“L’invenzione della solitudine” al Teatro Archivolto: una ricetta teatrale

di Michela Benelli

Battiston_nl_1

L’INVENZIONE DELLA SOLITUDINE

Spezzatino di ricordi su un letto di affetti mancati

ricetta: Paul Auster

chef: Giorgio Gallione

INGREDIENTI

–      un attore nostrano certificato (premi ubu, david di donatello e nastri d’argento)

–      un romanzo autobiografico di un autore americano

–      abiti e scarpe nere distesi a terra

–      un grande specchio obliquo che scompare in giochi di luce

–      una pioggia di cravatte

–      ritagli di giornali

–      un pizzico di pallina rossa

–      vapore di padre assente dal passato sconosciuto

–      ricordi amari e affetti negati a pezzi

–      vino docg consigliato: musiche di Stefano Bollani

PREPARAZIONE

Stendete per quasi tutto il perimetro del palco scarpe e abiti scuri in modo che l’attore possa raccoglierli con intensa delicatezza così come si fa coi dolorosi ricordi lasciati in eredità da un padre assente, la cui vita si interrompe senza preavviso. Gettate via le cravatte paterne avanzate con un gesto rapido e quasi impercettibile, un atto semplice e simbolico a suggello di un inevitabile e drammatico distacco. Mescolate ora alcuni pezzi di memoria e articoli di giornali ad una precisa intensità di calore, ricostruendo tracce sconosciute della vita del genitore e ripercorrendo alcune tappe del rapporto padre-figlio in cerca di istanti affettuosi tra una moltitudine amara di vuoti fisici e affettivi. Estraete dalla tasca una pallina rossa ed inseritela nel composto. La piccola nota colorata riporterà in superficie gli umori di un gioco condiviso, donando al piatto un sentore di dolcezza. Lasciate che l’attore, prima figlio e ora padre separato costretto a lasciare il proprio amato figlio, si rifletta in un grande specchio obliquo e faccia i conti con un passato che rischia di ripetersi nel presente. Nel frattempo altri pezzi irregolari di sogni e aneddoti addenseranno la consistenza del piatto senza insaporirlo troppo, amalgamandosi all’analisi emotiva, ai ricordi e ai casi inesorabili della vita. Dopo circa un’ora, tempo di cottura ottimale, servite i pezzi in porzioni equilibrate a calore umano e accompagnate da calici di un vino soave delle rinomate cantine Bollani.

VALUTAZIONE

Lo chef Gallione si avvale per la composizione di questo piatto di ingredienti di grande qualità,  con arnesi quasi invisibili assembla il tutto nelle giuste dosi. Presentata su un nuovo piatto americano, la ricetta non è di quelle innovative ma dall’aspetto che assicura il successo ai clienti abituali e rassicura chi compra guardando il menù. L’immagine del prodotto in questo caso corrisponde verosimilmente al piatto amaro q.b. che si andrà poi a gustare con garbo e senza eccessi. Se il silenzio della solitudine di un padre scomparso improvvisamente è il fuoco che dà inizio alla preparazione, sono la presenza scenica di Battiston e la sua interpretazione intensa e delicata a garantire il successo fino alla fine, nonostante alcuni frammenti testuali di contorno che ingarbugliano il piatto più che condirlo veramente. Consigliato a consumatori di teatri stabili e prodotti di origine controllata e garantita.

Per chi non fosse riuscito ad assaggiarlo, tornerà sulle tavole genovesi del Teatro Duse dal 5 al 9 febbraio 2014.

Assaggiato al Teatro Archivolto di Genova il 19 Dicembre 2013

Con questa recensione sotto forma di ricetta, l’autrice dell’articolo ha voluto fare un omaggio (o un benevolo oltraggio?) al Ricettario Teatrale ideato e fondato da Sergio Lo Gatto, che qui ringraziamo e sosteniamo apertamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: