Tre uomini a zonzo tra La peste e l’insonnia

di Anna Camisani

La seconda serata del premio per le arti in memoria di Lidia Anita Petroni ha visto ieri l’alternarsi sul palco dello Spazio Teatro Idra a Brescia tre compagnie emergenti del panorama lombardo. Questo premio, alla sua quarta edizione, nasce dalla volontà della Residenza Idra di mantenere vivo il ricordo dell’artista bresciana Lidia Anita Petroni, che si è contraddistinta sulla scena nazionale e internazionale per la ricerca nell’innovazione dei linguaggi. Quest’anno il premio ha presentato un’importante novità: l’ampliamento alle nuove sezioni di musica e arte figurativa (oltre alla già presente sezione dedicata allo spettacolo dal vivo).

Tre compagnie finaliste per ciascuna delle tre serate.

Ieri sera è stata la volta delle compagnie milanesi Lab 121 e InBalìa/Compagnia Instabile e della bresciana Pandemio.Performing.Arts.

“L’insonne”, prima opera ad andare in scena con Lab 121. Pezzo liberamente tratto da Ieri di Agota Kristof, secondo la regia di Claudio Autelli.

Sulla scena buia, solo un tavolo e un letto illuminati dal movimento, guidato, di un lampadario anni ’60 pendente sul tavolo. In scena un uomo, inquieto, e una donna, muta, per l’intera durata dello spettacolo. A introdurre una voce fuori campo, che accompagna l’intera narrazione. Purtroppo, gli intenti non risultano chiari e l’unico elemento che traspare è la ricerca da parte del protagonista di una forse fantomatica Line – protagonista dell’infanzia? donna immaginaria? emblema della ricerca dell’autore? In venti minuti, il lavoro centrato sulla memoria e il tempo non traspare in modo chiaro. Uno studio sul quale ancora ci sarebbe molto da lavorare, a nostro avviso, per catturare l’attenzione del pubblico per far sì che ne rimanga il ricordo nella memoria.

Sicuramente il maggior consenso del pubblico è stato ottenuto da “La peste o l’elogio della mortalità” di Pandemio.Performing.Arts. La compagnia ha giocato in casa e, nonostante un testo non troppo facile quale è La peste di Camus, sono riusciti a conquistare la platea. Con un’ambientazione contemporanea e uno sfondo di musica elettronica, la compagnia ha lavorato su “La peste” come substrato e “La peste” come punto dal quale partire. Sette ragazzi sono rinchiusi in un bunker per difendersi da un’epidemia, con sé hanno solo cibo per gatti e un libro: La peste di Camus. Per non impazzire decidono di realizzare uno spettacolo teatrale ispirato al libro. Diverse sono le suggestioni offerte al pubblico: l’ansia, la tensione del contagio, l’impressione di assistere a un evento verosimile… Tuttavia, il risultato è stato raggiunto solo in parte: in venti minuti è stata rappresentata l’intera narrazione, ma le emozioni sono rimaste superficiali. La scelta della peste come catastrofe, inoltre, risulta forse poco attuale: perché non un crollo della borsa? S’è trattato forse una scelta per ammaliare il pubblico in previsione di un successivo lavoro più interiorizzato?

La terza e ultima rappresentazione – “Tre uomini a zonzo” di  InBalìa/Compagnia Instabile – ha dato luogo a costanti risate da parte del pubblico. “Tre uomini a zonzo” è solo il punto di partenza creativo dei tre protagonisti-attori in fuga da una catastrofica invasione aliena. Sulla scena vuota solo una striscia verde che percorre il palco in diagonale, forse, una via che conduce alla salvezza. Completamente diversi i tre personaggi: il dottore saccente, il frate mancato e il nostalgico degli anni ’70. La fuga di un gruppo che passo dopo passo si trasforma in manifestazione di rivalità e sospetti. Gli attori riescono, giocando con l’ironia, a trasmettere «lo smarrimento di una generazione, una perdita di orizzonti, la ricerca di una terra promessa». Speriamo non rimanga solo il primo di tre quadri.

11-18-25 maggio, 1 giugno, 2013

Spazio Teatro Idra

Premio delle Arti Lidia Petroni IV edizione

vicolo delle Vidazze 15,

Brescia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: